Cerca
Close this search box.

Devo fare un sito! Quali CMS evitare come la peste!

In questo post ti spiego l’errore più comune che viene fatto nello sviluppo di un sito Web.
Quando ci si approccia al progetto di un nuovo sito web, ci si dovrebbe sempre domandare, prima di ogni altra cosa, qual’è il mio obbiettivo?
Cosa voglio raggiungere tramite questo sito web?
Si, perché spesso e volentieri vedo scelte che vengono prese sotto gamba e poi nascono i problemi.
Fare un sito prevede la conoscenza di linguaggi di programmazione e di scrittura come HTML, CSS, PHP, jQuery e chi più ne ha più ne metta…
Però da diversi anni esistono quelli che si chiamano CMS (content management system) ossia, dei sistemi di gestione dei contenuti che ci permettono di sviluppare un sito web, partendo da un framework (da una base di sviluppo) già consolidata.
Sviluppare un sito su CMS è molto più semplice rispetto alle competenze richieste per sviluppare un sito da 0!
Non fraintendermi… bisogna comunque studiare ed impegnarsi, e proprio perché il tempo è una risorsa limitata, è meglio concentrarsi inizialmente su un solo CMS!!
Se anche dovessi farmi fare un sito web da un’agenzia terza, si pone lo stesso problema!
Su che CMS mi hanno sviluppato il Sito? Si tratta di un CMS performante? Quante agenzie sanno metterci le mani?
Si tratta di un fattore molto importante! Perché mettiamo che domani voglio cambiare agenzia… chi è in grado di seguirmi?
La risposta non è banale. Di conseguenza la scelta di un buon CMS è un fattore cruciale per il successo di un progetto online.
Un buon indicatore dell’affidabilità di un CMS è il suo grado di diffusione sul mercato.
Qui sotto trovi l’elenco dei Primi 20 CMS al mondo e relativa quota di mercato globale:
  1. WordPress 59.7%
  2. Joomla 6.7%
  3. Drupal 4.7%
  4. Magento 2.3%
  5. Blogger 1.9%
  6. Shopify 1.7%
  7. Bitrix 1.5%
  8. TYPO3 1.5%
  9. Squarespace 1.4%
  10. DreamWeaver 1%
  11. OpenCart 0.8%
  12. Wix 0.8%
  13. FrontPage 0.7%
  14. DataLife Engine 0.6%
  15. DotNetNuke 0.5%
  16. vBulletin 0.5%
  17. Progress Sitfinity 0.5%
  18. Weebly 0.4%
  19. Expression Engine 0.4%
Se ti ho fatto questo discorso, è perché, come vedi, WordPress, che spero tu conosca già, è largamente il CMS più diffuso al mondo! Con una quota di mercato che sfiora il 60%!
Di conseguenza, visto che approfondiremo un pò l’ambito SEO, tracciamento dati, sviluppo ecc… lo faremo sempre su base WordPress ! In quanto è lo standard più diffuso!
____________________
Te lo dico anche per 2 ulteriori motivi:
1) se stai valutando lo sviluppo di un sito web, o il suo rifacimento, di cadere nella trappola dei CMS “facili”, come Wix o, peggio, Weebly.
Nulla da obbiettare sulla semplicità di utilizzo di questi ultimi, ottimi per il fai da te, ma si tratta di piattaforme Drag & Drop che lasciano veramente poca libertà e non ti consentono l’accesso al codice. Non sono piattaforme proprietarie e se comunque ti accontenti di quello che ti possono dare, domandati veramente: “Mi serve un sito Web?” Perché probabilmente la risposta è no…
2) Sono stanco di vedere clienti che vengono intrappolati da Agenzie Web che sviluppano siti su piattaforme sconosciute, solo per blindare il cliente, in maniera tale che quando vuole cambiare agenzia, non sa dove rivolgersi, perché il CMS utilizzato è semi sconosciuto e si trova di fronte a costi di transizione FOLLI!!
Fammi sapere nei commenti su che CMS hai sviluppato il tuo sito!
Andrea Dittadi

Andrea Dittadi

Il mio motto: "The Harder you work, the harder it is to surrender" Di Vince Lombardi Perché sono convinto che nel Web, come in tutte le cose nella vita, più si fanno sacrifici, più ci si sbatte la testa, più si portano a casa i risultati. Chi si approccia al Web, credendo di portare a casa risultati nel giro di un paio di giorni... sbaglia alla grande! Io sono qui per facilitarvi il viaggio 🚀
Email
WhatsApp
Telegram