Cerca
Close this search box.

10 consigli per posizionare il tuo sito Web

Come vedi dall’immagine qui sotto, i primi 3 risultati di Google, assorbono in media il 56% dei click totali della ricerca!
In questo articolo ti spiegherò quali sono i fattori più importanti per posizionare bene il tuo sito web
L’algoritmo di Google, ha circa 200 variabili e viene cambiato circa 500-600 volte l’anno!! Si tratta di quasi 2 volte al giorno !! Contando che poi le variabili dell’algoritmo sono sconosciute, stare dietro ai cambiamenti è praticamente impossibile !
Però non serve diventare ossessionati! E lo sai perché?
Perché Google manterrà sempre fede alla sua Mission:

La nostra missione è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e utili.

Di conseguenza l’obbiettivo è sempre quello! Proporre all’utente i migliori contenuti possibili!
Ora vediamo i 10 passi essenziali per cominciare a posizionarci su Google:
  1. Hosting Web: la scelta del web hosting è essenziale. Lo dico perché spesso e volentieri, mi trovo davanti a progetti che sono regolarmente registrati presso un certo tipo di provider: i peggiori! Proprio per questo, il mio consiglio di base è sempre di pensare in ottica di sviluppo del progetto, per evitare di trovarsi con un hosting sotto performante solo per risparmiare qualche euro. Questo perché la velocità di caricamento del sito è un fattore fondamentale se vogliamo posizionarci come si deve sui motori di ricerca.
  2. Visite Direct: se vedi indicato, in giro per il web, sui depliant, sui cartelloni stradali, l’URL di una determinata azienda… NON è a caso!! Infatti, uno dei criteri più importanti, con i quali Google, va a posizionare il tuo sito, è in base, al numero di visite direct… E cosa sono? Si tratta di quando gli utenti, scrivono direttamente il nome del tuo sito, sulla barra dell’URL. In sostanza digitano “www . iltuosito . com”. Questo da un segnale forte al motore di ricerca, perché in qualche maniera l’utente sta bypassando google, andando direttamente sul sito desiderato! Quindi il consiglio che posso darti è quello di scegliere un nome dominio semplice, breve e facilmente memorizzabile.
  3. Certificato SSL: il certificato SSL è il protocollo con il quale le informazioni vengono inviate sul web. Lo trovi all’inizio dell’url del tuo sito: http://… In sostanza dal luglio 2018, sul browser Chrome i siti con HTTP sono segnalati come non sicuri e hanno subito penalizzazioni sul posizionamento! Se non l’hai ancora fatto, devi installare il certificato SSL e rendere accessibile il tuo sito solo da protocollo HTTPS, in quanto è più sicuro e ne beneficerai a livello di posizionamento.
  4. Meta Title e Meta Description: in sostanza si tratta del titolo e della descrizione della tua pagina. Questi contenuti sono fondamentali e saranno quelli che appariranno nella pagina dei risultati di ricerca di Google e che verranno analizzati al fine del posizionamento. Quindi è essenziale che riportino le parole chiave relative all’argomento che stai trattando nella pagina.
  5. Titoli H1 e H2: Sono i titoli e sottotitoli che dobbiamo inserire all’interno di ogni pagina web e che devono in qualche modo essere coerenti con Meta Title e Meta Description al fine di migliorare il posizionamento da parte dei motori di ricerca. Includi sempre almeno un titolo H1 !
  6. Schema.org: è il markup di dati strutturati supportato dai motori di ricerca, nato da Google, Yahoo! e Microsoft. Grazie a questo schema, i motori di ricerca avranno modo di capire meglio le informazioni presenti nelle pagine web e utilizzarle per mostrare ulteriori dati nella pagina dei risultati di ricerca (come le famose stelline ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️). Questo ti fa capire fin da subito quanto siano importanti, anche perché non li troviamo su tutti i siti web! Sarà un argomento che tratteremo più avanti, per ora, se vuoi controllare la presenza di dati strutturati, all’interno di una tua pagina web, puoi semplicemente andare su questa pagina e fare il controllo => https://search.google.com/structured…/testing-tool/u/0/…
  7. Backlink: E’ un pò come un amico che ci consiglia in che pizzeria andare a mangiare…. se è un amico fidato, ci fidiamo, altrimenti no…Un backlink di fatto è un sito che mette il link del nostro sito su una sua pagina. Questo link è un indicatore per Google che quel determinato dominio ha indicato, in una certa misura, che i nostri contenuti sono rilevanti. Costruire un buon profilo di backlink è essenziale se vogliamo ottenere un buon posizionamento su lungo termine!
  8. Intrattenimento: grafica design del sito, immagini, video, sono tutti elementi che mirano a creare un’esperienza! Più a lungo un utente sta sul nostro sito, più pagine visita, più il nostro sito viene ritenuto rilevante per i motori di ricerca. Quindi cerchiamo di creare contenuti coinvolgenti e verremo ripagati di conseguenza.
  9. UGC User Generated Content: di cosa si tratta? Sono i contenuti che vengono generati dagli utenti! Come lo è questo post per Faceboook ! Un buon modo per iniziare a far generare contenuti agli utenti, è dargli la possibilità di commentare sul nostro blog. Questo ci darà la possibilità di beneficiare di miglioramenti considerevoli sul posizionamento!
  10. Creazione URL seo friendly: La lunghezza dell’URL è indicata come # 46 tra i primi 200 fattori di ranking di Google, il percorso dell’URL è elencato come # 47, le parole chiave nell’URL è al 51 posto e la stringa dell’URL è al 52. Sembra chiaro che se mettiamo tutto insieme, si tratta di un bel pò di ciccia! Di conseguenza un esempio per il nostro blog di arredamento, potrebbe essere, ilmiosito,it/come-arredare-casa/ se ovviamente stiamo facendo un articolo di Blog che parla di come arredare casa! Più l’URL è breve, più ci sarà facile indicizzare la pagina, ma evitiamo di rinunciare a parole chiave essenziali che vogliamo indicizzare.
Come trovare le parole chiave?
Ovviamente tramite il nostro Keywords Everywhere
(ne ho parlato qualche settimana fa in un mio post)
Ti sono piaciuti questi piccoli spunti? Hai già trovato qualcosa che non va sul tuo sito? Fammelo sapere nei commenti !
NEI PROSSIMI EPISODI (ogni mercoledì su questo Gruppo)
  • Google Search console: Come iniziare ad indicizzare un sito
  • Devo fare un sito! Quali CMS evitare come la peste!
  • Scrivere un articolo su WordPress in ottica SEO
Andrea Dittadi

Andrea Dittadi

Il mio motto: "The Harder you work, the harder it is to surrender" Di Vince Lombardi Perché sono convinto che nel Web, come in tutte le cose nella vita, più si fanno sacrifici, più ci si sbatte la testa, più si portano a casa i risultati. Chi si approccia al Web, credendo di portare a casa risultati nel giro di un paio di giorni... sbaglia alla grande! Io sono qui per facilitarvi il viaggio 🚀
Email
WhatsApp
Telegram