Cerca
Close this search box.

GOOGLE SEARCH CONSOLE

Perché devi sapere di cosa si tratta e come iniziare ad usarla!
Definizione:

Google Search Console è un servizio gratuito offerto da Google che ti consente di monitorare e gestire la presenza del tuo sito nei risultati della Ricerca Google, nonché di risolvere eventuali problemi.

La prima cosa fare è rivendicare il nostro sito Web sulla search console e cominciare a sfruttarla al massimo!
RIVENDICAZIONE DEL TUO SITO
In questa fase sei molto fortunato/a in quanto Google ha semplificato di molto il processo di rivendicazione!
In precedenza bisognava inserire tutte le nostre versioni del sito: con http, https, con e senza www. Per poi procedere a rivendicarle tutte !!
Ora ti basterà aggiunge una proprietà e rivendicarne il dominio!
Per farlo, vai su Google Search Console (https://search.google.com/search-console/about?hl=it), crea un account, aggiungi una proprietà dominio e ti chiederà di aggiungere un Record TXT alla tua Zona DNS.
In base al provider del tuo servizio di Hosting Web, questa procedura può cambiare, ma non preoccuparti, non è nulla di impossibile! Ti basterà cercare una guida online su “come aggiungere un record DNS + nome del tuo provider”
Una volta aggiunto, dovrebbero volerci Max 24h prima che il record DNS sia diffuso. Una volta fatto, ti basterà rientrare in Google Search console e confermare la tua proprietà! Se il procedimento va a buon fine, ti apparirà un messaggio in verde ✅
SITEMAP (MAPPA DEL TUO SITO)
Cos’è una sitemap? Una delle parti più importanti per l’indicizzazione del tuo sito è la creazione di una sitemap (di solito in formato XML) ha come unico scopo quello di fornire ai motori di ricerca un elenco di tutte le pagine web del sito.
Ma fa anche qualcosa in più. Infatti all’interno di una sitemap possiamo trovare una serie di attributi, come:
<loc> che contiene l’indirizzo URL della pagina web <lastmod> data dell’ultima modifica della pagina web <changefreq> Frequenza con cui viene aggiornata questa pagina web <priority> E’ un valore (importanza nel sito) da voi assegnato alla pagina web
Solitamente, per wordpress, ci sono dei plugin per la seo, che comprendono la funzione di generazione delle sitemap che ti permettono di personalizzarla come meglio credi.
In alternativa, se non hai un sito su wordpress, puoi usare tranquillamente uno dei servizi online che trovi cercando “Sitemap generator” su Google!
Ci sarebbe molto da dire, ma è essenziale aggiungere una sitemap alla Search Console, al fine di indicizzare correttamente il tuo sito web!
COSA FARE ADESSO?
Ora che abbiamo rivendicato la nostra Search console e aggiunto la nostra sitemap, comincia il divertimento!
All’interno della nostra Search console, troviamo varie funzioni! Dalla scheda Prestazioni, Controllo URL, impostazioni ecc…
Comincia ad esplorarle un pò, ma le riprenderemo più avanti, in ottica SEO.
  • Controlla soprattutto la scheda “Prestazioni” per controllare il posizionamento organico delle parole chiave per il tuo sito.
Per ora stai tranquillo/a e ogni giorno Google Search Console ti avviserà delle possibilità di miglioramento che riscontrerà nel tuo sito, e, molto importante, ti avviserà nel caso riscontrasse degli errori !
ERRORI PIÙ COMUNI (SEGNALATI DALLA SEARCH CONSOLE) E COME COMPORTARSI
Vediamo alcuni degli errori più comuni che ci possono essere segnalati:
  • URL inviato non trovato (404): Questo errore significa che un browser ha cercato di aprire un URL del tuo sito che non esiste. Può essere stato un errore di digitazione di un utente, oppure è stato cliccato un link rotto che deve essere reindirizzato, perché magari quella pagina non esiste più.
  • L’URL inviato è bloccato dal file robots.txt: Nel file robots.txt, che è il file che da istruzioni ai bot di Google, è presente una riga Disallow che impedisce l’accesso a questa pagina o alla cartella all’interno della quale essa si trova. Di conseguenza, quella risorsa non viene indicizzata.
  • L’URL inviato contiene un tag “noindex”: Significa che abbiamo inviato, con la Sitemap, una risorsa con valore noindex, che blocca l’indicizzazione della pagina. Rimuovi questo tag, a meno che tu non l’abbia inserito intenzionalmente, perché magari si tratta di una pagina che non vuoi indicizzare.
  • Errori del tipo 500: Il codice di errore 500 è una risposta generica da parte dei server che indica che qualcosa non si comporta come previsto. In questo caso è sempre meglio approfondire e controllare che non ci siano problemi con il nostro servizio di hosting.
  • Errori di Usabilità sui dispositivi mobili: si tratta di una serie di avvisi che possono esserci inviati dalla Search console, nel caso in cui la versione mobile del nostro sito, non sia performante e possa creare problemi agli utenti.
Complimenti !!! Se hai letto tutto, significa che stai prendendo la cosa sul serio!!
Visto che siamo, ti invito a rivendicare il tuo sito anche per Bing! Ti basterà seguire il link qui sotto:
Fammi sapere nei commenti se hai qualche difficoltà!
NEI PROSSIMI EPISODI (ogni mercoledì su questo Gruppo)
  • Devo fare un sito! Quali CMS evitare come la peste!
  • Scrivere un articolo su WordPress in ottica SEO
Andrea Dittadi

Andrea Dittadi

Il mio motto: "The Harder you work, the harder it is to surrender" Di Vince Lombardi Perché sono convinto che nel Web, come in tutte le cose nella vita, più si fanno sacrifici, più ci si sbatte la testa, più si portano a casa i risultati. Chi si approccia al Web, credendo di portare a casa risultati nel giro di un paio di giorni... sbaglia alla grande! Io sono qui per facilitarvi il viaggio 🚀
Email
WhatsApp
Telegram